Confederazione delle Associazioni Venatorie Italiane

Torna indietro ▬

Notizie sull'attività › Dal Parlamento Europeo




Approfondisci  APPROFONDIMENTI


Sentenza della Corte di Giustizia sulle cacce in deroga


La Corte di Giustizia europea, con la sua sentenza C -182/02 del 16 ottobre 2003, ha sancito in modo inequivocabilmente definitivo che la caccia è uno strumento pienamente legittimo per l’applicazione del regime di deroga previsto dalle Direttive comunitarie. L’argomento era stato oggetto di numerosi contenziosi attivati dall’arcipelago animalista che sosteneva che fossero illegittime le iniziative del Governo e delle regioni italiane miranti a permettere il prelievo venatorio quale strumento di applicazione del regime di deroga previsto dall’art. 9 della Direttiva CEE 409/79.

Viene quindi riconosciuto, a livello comunitario, che non solo le deroghe si possono applicare per le specie considerate non particolarmente protette, ma si possono applicare anche per i periodi antecedenti il primo settembre e successivi al 31 gennaio.

Riteniamo che con questa sentenza siano stati sonoramente smentiti coloro che hanno sempre affrontato queste tematiche abbandonandosi a fattori emotivi e non razionali. Noi della CONF.A.V.I. riteniamo invece che sia opportuno gestire il patrimonio faunistico basandosi sui riscontri di natura tecnico scientifica e non sulla demagogia.

Siamo fiduciosi che questo grande atto di giustizia nei confronti del mondo venatorio italiano ed europeo sia un forte segnale che possa servire da incoraggiamento al Governo italiano che sta per accingersi a presentare la proposta di riforma della normativa venatoria nazionale, proposta preparata tecnicamente dal Consigliere particolare del Ministro Alemanno, on. Sergio Berlato, in collaborazione con la nostra Confederazione e con le altre categorie economiche e sociali interessate alla materia. La CONF.A.V.I. (Confederazione delle Associazioni Venatorie Italiane) continuerà a fare pressione nei confronti del Governo e del Parlamento italiano affinché possano approvare celermente questa proposta in cui tutte le associazioni confederate si riconoscono perché mira ad equiparare i cacciatori italiani ai cacciatori europei, ridando loro quella dignità che meritano.
 

Maria Cristina Caretta
Presidente Nazionale CONF.A.V.I.


Governo ItalianoSergio Berlatospeciale SIC & ZPS IZSVe - informazioni sull'influenza aviaria

migratoria.itilcacciatore.comiocaccio.itACR Associazione cultura rurale.itFCR Fondazione cultura rurale.it


|  Website Credits  |